Spagna: polemica sulla proposta del liceo solo per i “migliori della classe”

Pubblicato il 6 Aprile 2011 15:24 | Ultimo aggiornamento: 6 Aprile 2011 16:50

MADRID – Suscita polemiche in Spagna la proposta della “dama di ferro” del Partido Popular e governatore della regione di Madrid Esperanza Aguirre di creare il primo liceo di ”massima eccellenza” del paese al quale accederebbero solo alunni scelti tra coloro che vantano una media superiore all’8: il ministero dell’Istruzione ha definito ieri l’idea come ”segregazionista”, riferisce la stampa spagnola.

Aguirre propone che i migliori alunni della ‘Eso’ (che corrisponde ai primi anni dell’educazione superiore italiana) della regione di Madrid accedano al ‘nuovo bachillerato’ (gli ultimi due anni prima dell’universita’) che entrerà in funzione il prossimo anno scolastico. Il ”bachillerato de excelencia”, come lo ha chiamato il governatore, accoglierebbe dagli 80 ai 100 studenti che ne facciano richiesta e ai quali verra’ richiesto impegno e risultati maggiori.

Aguirre ha indicato che si utilizzeranno allo scopo i ”migliori professori”, senza spiegare come saranno selezionati, ma specificando che riceveranno uno stipendio extra. All’inedita proposta il ministero dell’educazione del governo socialista – che normalmente non commenta competenze trasferite alle regioni – ha replicato definendo ”preoccupante” la proposta perchè rischia di creare ”ghetti” invece di integrare gli studenti e offrire loro le stesse possibilità, anche se ha ricordato che Aguirre ha le competenze per farlo.