Pamplona, Spagna. Organizzano match di calcio sani contro positivi al Covid. Bloccati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Luglio 2020 8:53 | Ultimo aggiornamento: 20 Luglio 2020 8:54
Pamplona, bloccata partita di calcio sani contro infetti covid

Pamplona, la corsa dei tori di San Firmin (Ansa)

Follia pura, in Spagna, dove peraltro il coronavirus è tutt’altro che debellato e i casi di contagio continuano a correre.

Qualcuno, a Pamplona, ha pensato bene di organizzare una partita di calcio stile scapoli contro ammogliati versione splatter.

A sfidarsi avrebbero dovuto essere giocatori sani contro giocatori infetti dal virus. L’idea è venuta a un ventitreenne. 

Che, per sua disgrazia (troppo stupido per essere vero) e nostra fortuna, ha pensato bene di pubblicizzare l’evento sui social network.

Pamplona, la città della corsa dei tori

La gara doveva essere giocata oggi nel quartiere Mendillori di Pamplona. Qui un malinteso senso del rischio deve correre fra le vene, come i tori lasciati liberi per i vicoli della città per la corsa di San Firmin.

Qualcuno deve averne sentito la mancanza: cade proprio a luglio ma, per le note vicende, quest’anno è stata rinviata.

Il ventitreenne intanto è stato individuato, denunciato e multato: 3000 euro, segnala As, il quotidiano sportivo.

le autorità hanno dovuto fare un appello, sembra che certe iniziative debbano essere scoraggiate (un po’ come un invito a non suicidarsi).

“Chiediamo ai cittadini di utilizzare il loro senso civico, affinché non si prenda parte a questo o ad altri eventi in cui la sicurezza sanitaria non può essere garantita e viene messa a rischio la salute pubblica”.

Andalusia: 400 in discoteca, 73 contagiati

Nel frattempo, dall’altra parte della Spagna, in Andalusia, almeno 73 persone fra le 400 che hanno trascorso una nottata nella discoteca Babylonia sono risultate positive al coronavirus.

Formano il maggior focolaio dell’Andalusia, che ora registra almeno 387 casi accertati, segnala il quotidiano El Pais. (fonte Ansa)