Sciopero dei controllori in Spagna, rischiano fino a 8 anni: ricorso alla Corte Suprema

Pubblicato il 9 Dicembre 2010 12:49 | Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre 2010 13:04

Il sindacato dei controllori aerei spagnoli Usca ha annunciato oggi di avere presentato un ricorso davanti alla corte suprema di Madrid contro la decisione del governo socialista del premier Josè  Luis Zapatero di decretare sabato lo stato di allerta e la militarizzazione dello spazio aereo per porre fine allo sciopero selvaggio degli uomini radar, che aveva creato il caos negli aeroporti.

Secondo Usca ci sarebbero ”seri dubbi” sulla legittimità del provvedimento, che ha fra l’altro posto le torri di controllo sotto la supervisione di alti ufficiali dell’aeronautica militare.

Il procuratore generale dello stato spagnolo Candido Conde Pumpido ha intanto affermato a Saragozza che la procura potrà  chiedere pene di carcere da tre a otto anni per presunta ”sedizione” contro i controllori aerei che saranno riconosciuti colpevoli di avere abbandonato illegittimamente i loro posti di lavoro venerdi e sabato, provocando la chiusura dello spazio aereo del paese. Secondo Conde Pumpido si tratta di presunti reati ”molto gravi”. La procura di Madrid ha chiamato a deporre da oggi sulla vicenda circa 100 controllori aerei.