Spagna, uccideva anziani in un ospizio facendo bere candeggina: arrestato serial killer

Pubblicato il 30 novembre 2010 21:14 | Ultimo aggiornamento: 30 novembre 2010 21:25

E’ probabilmente uno dei peggiori serial killer della storia spagnola l’inserviente della casa di riposo Caritat di Olot, vicino a Girona in Catalogna, che oggi ha confessato di avere assassinato undici anziani nell’ultimo anno. Joan Vila, 45 anni, era stato arrestato il 18 ottobre dopo la morte sospetta di una anziana ospite della casa di riposo. L’autopsia aveva rivelato che la donna aveva bevuto un prodotto corrosivo prima di morire. Vila aveva subito confessato di avere ucciso tre anziani, per ”liberarli dalle loro sofferenze”, aveva detto al magistrato.

Uccideva in uno stato di esaltazione: ”Mi sentivo come Dio” ha detto agli inquirenti. Il Gip ha però sospettato che la scia di morte lasciata dietro a sé dall’uomo fosse molto più lunga. A metà novembre il magistrato inquirente ha ordinato l’esumazione di altri 8 anziani morti dall’estate del 2009 in circostanze che i medici avevano ritenuto non del tutto chiare. Nel frattempo Vila è stato trasferito nell’ala psichiatrica del centro penitenziario di Brians, e posto sotto osservazione. Sembra consumasse grandi quantità di alcol e di antidepressivi. Prima che i risultati delle autopsie fossero conosciuti, Vila ha chiesto giovedì scorso di poter fare nuove dichiarazioni.

In un interrogatorio durato quattro ore, oggi ha confessato altri otto omicidi ed ha affermato di non essere sicuro di poter confermare di essere responsabile della morte di un 12esimo anziano. Ha detto di avere ucciso i primi otto con i medicinali. Sei con un cocktail di barbiturici e di altri farmaci, tre con dosi massicce di insulina. Gli ultimi tre, in modo molto più doloroso, costringendoli a bere candeggina ed altre sostanze corrosive. Vila non è riuscito a spiegare al magistrato perché avesse deciso di cambiare metodo. Lui afferma di avere agito ”per compassione” e di avere praticato una sorta di ”eutanasia”. Ora gli inquirenti sospettano che la strage di vecchietti possa essere stata ancora più ampia. Non è escluso, secondo la stampa catalana, che possano essere esumate le salme di altri ospiti della casa di riposo morti prima dell’agosto 2009.

I media spagnoli avvicinano già Vila ad alcuni dei grandi serial-killer della storia moderna del paese, come José Antonio Rodriguez Vera ‘Mataviejas’, che violentò e uccise 16 anziane in Cantabria nel 1987 e nel 1988 e fu condannato a 440 anni di carcere. O Manuel Delgado Villegas ‘Arropiero’ che nel 1971, poco prima della fine del franchismo, confessò l’assassinio della fidanzata e di altre 47 persone.

5 x 1000