Spagna, giudici cambiano accusa da stupro in abuso: nuova polemiche dopo Pamplona

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 maggio 2018 6:30 | Ultimo aggiornamento: 5 maggio 2018 1:09
Spagna, accusa di stupro diventa di abuso: nuove polemiche e proteste

Spagna, giudici cambiano accusa da stupro in abuso: nuova polemiche dopo Pamplona

MADRID – Dopo la sentenza choc di Pamplona, un altro giudice in Spagna ha derubricato un reato di stupro di gruppo ad abuso. La sentenza riguarda un caso di violenza sessuale a Barcellona, dove un uomo di 59 accusato di stupro nei confronti della nipote di 15 anni, incapace di reagire perché sotto shock, è stato imputato per “abuso” perché non ha utilizzato violenza fisica contro la ragazzina.

La sentenza emessa due mesi fa è stata riportata il 4 maggio dal quotidiano online El Mon e ha scatenato reazioni critiche da parte della stampa spagnola e dei social. “Neppure violentare una minore di 15 anni in stato di shock è stupro secondo la giustizia spagnola”, scrive La Vanguardia online. Anche il tribunale della Navarra che aveva condannato i cinque componenti della ‘manada’ a 9 anni per ‘abuso’ sessuale aveva respinto l’accusa di stupro in assenza di violenza. La giovane aveva detto in aula di non avere potuto reagire perché ‘paralizzata’ da quanto stava succedendole.

Inevitabili dunque nuove polemiche, dopo la discussa sentenza della scorsa settimana sul caso dei 5 giovani della ‘Manada’ (il Branco) della festa di San Fermin di Pamplona, accusati di ‘stupro’ in un androne su una giovane di 18 anni e condannati solo per ‘abuso’ in assenza di violenza palese.

App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui

Ladyblitz – Apps on Google Play