Cronaca Europa

Spagna, i toreri chiedono il “permesso” di assistere alle corride: “Fanno parte della nostra cultura”

corridaI toreri spagnoli hanno chiesto oggi la tutela della libertà di assistere alle corride e garanzie sul loro lavoro, durante la prima tauromachia svoltasi a Barcellona dopo il divieto votato dalla Catalogna mercoledì 28 luglio. ”Chiediamo il rispetto della libertà di ciascuno di assistere ad uno spettacolo che è espressione della nostra cultura e delle nostre tradizioni”, recita un volantino diffuso prima della corrida di oggi.

Il testo prosegue: ”I professionisti della tauromachia respingono la decisione del parlamento catalano, chiedono che si ponga fine alla manipolazione politica della ‘Fiesta’ ed esigono garanzie sul proprio diritto al lavoro”. Il documento è stato letto in tutte le piazze spagnole dove si sono svolte corride, su iniziativa de “la Mesa del Toro”, l’associazione che difende le corride.

I toreri, così come i conservatori all’opposizione, ritengono che la corrida sia ostaggio degli indipendentisti catalani che avrebbero vietato la corrida in Catalogna perché ”simbolo della Spagna”.

To Top