Spagna, violenza sulle donne: 3 uccise in due giorni, 14 nel 2010

Pubblicato il 30 Marzo 2010 10:38 | Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2010 10:38

Tre donne sono state uccise nello scorso fine settimana in Spagna dai loro compagni, due dei quali si sono poi tolti la vita, mentre un uomo di 38 anni ha ucciso la madre di 70 a Barcellona, riferisce El Pais.

Il primo caso è avvenuto nella località di Atzeneta del Maestrat (Catalogna) dove un uomo di 66 anni ha ucciso in strada a colpi di fucile la moglie di 64 dopo un’accesa discussione in casa e si è poi suicidato. Il secondo caso è successo a Vic (Catalogna) dove un uomo di 35 anni ha strangolato la moglie di 33 per poi provare a suicidarsi invano con un coltello e con i gas di scarico della macchina.

Il terzo è accaduto ad Almeria (Andalusia) dove un uomo avrebbe sparato alla moglie di una cinquantina d’anni in auto, per poi togliersi la vita. Con questi tre casi sono 14 le donne uccise dai propri compagni in Spagna nei primi tre mesi del 2010.

Il responsabile del governo per la Violenza di genere Miguel Llorente ha riconosciuto che solo il 9 per cento dei 3 mila braccialetti a disposizione dei tribunali viene usato sugli aggressori con ordini di allontanamento. Il braccialetto gps avvisa l’aggredita e la polizia se l’aggressore si avvicina troppo alla vittima. Llorente ha riconosciuto la “necessità” di usare questa misura.

Nei casi di violenza di genere precedenti a questo fine settimana, gli aggressori avevano un ordine di allontanamento ma non portavano il braccialetto.