Spende 10 milioni di sterline vinti alla Lotteria: ora lavora come carbonaio, a 10 sterline l’ora

di Caterina Galloni
Pubblicato il 20 Novembre 2019 7:29 | Ultimo aggiornamento: 19 Novembre 2019 18:38
Spende 10 milioni di sterline vinti alla Lotteria: ora lavora come carbonaio, a 10 sterline l'ora

Michael Carroll

LONDRA – Michael Carroll nel 2002 aveva vinto alla lotteria 9,7 milioni di sterline ma ha sperperato la sua fortuna multimilionaria in droghe, alcol e prostitute: ora lavora come carbonaio a Moray in Scozia, per 10 sterline l’ora, ma sostiene di non avere alcun rimpianto e di essersi divertito molto.

Uno stile di vita lussuoso, seppure di breve durata, che descrive come “i dieci anni migliori della mia vita grazie a una sterlina”, ovvero il costo del biglietto.

Al Mirror ha detto: “Non vorrei tornare indietro. Ho uno stile di vita sano, libero e sono felice perché ho ripreso la mia vecchia esistenza”.

A 19 anni, Michael lavorava come netturbino a Norfolk, aveva comprato il fortunato biglietto da 1 sterlina ma in breve tempo iniziò a sperperare il denaro.  “Mi svegliavo, prima di alzarmi sniffavo tre file di Charlie (cocaina)e bevevo mezza bottiglia di vodka”.

Ammette che era diventato un “alcolista conclamato”, di aver organizzato una vacanza stravagante stravagante a Costa del Sol.

Ma è stato anche molto generoso: ha regalato 4 milioni di sterline ad amici e parenti, tra cui a una coppia di zii che l’avevano cresciuto dopo la morte del padre quando Michael aveva solo 10 anni.

Il resto del denaro, tuttavia, è stato speso in uno stile di vita estremo, tra cui un palazzo a Swaffham, Norfolk, altre due case e auto da corsa.

Ma le “birichinate” commesse hanno determinato la fine del matrimonio con Sandra Aitken che l’aveva accusato di tradimento. Micheal ha ammesso di essere andato a letto con circa 4.000 prostitute.

Lo stile di vita stravagante lo ha portato in tribunale per 30 volte e arrivava sempre a bordo di auto sportive bevendo alcolici.

Aveva ricevuto un ordine restrittivo per aver terrorizzato i vicini e nel 2004 è stato in galera per cinque mesi per non aver rispettato un ordine di trattamento della tossicodipendenza imposto come parte di una condanna per possesso di cocaina.

Nel 2005 il commercialista lo aveva avvertito che gli era rimasto un milione di sterline e nel 2006 è tornato in carcere per nove mesi, con una condanna per rissa.

Quando il denaro pian piano era iniziato a finire molti scrocconi si erano allontanati e nel 2013 è arrivata la bancarotta: si è ritrovato con la sola indennità di disoccupazione.

Nel momento più difficile, per tre mesi si è trasferito in un ostello per senzatetto e a causa della sua reputazione, non riusciva a trovare un lavoro.

Ora fa il carbonaio, lavora sette giorni su sette, vive in un modesto appartamento in affitto e ogni tanto gioca ancora alla lotteria.

Fonte: Daily Mail.