Cronaca Europa

Stephen Board, infermiere abusava delle pazienti ancora anestetizzate: 12 anni di carcere

Stephen Board

Stephen Board

LONDRA – Stephen Board, il 66enne infermiere che abusava sessualmente delle pazienti ancora anestetizzate dopo aver subito un intervento chirurgico, è stato condannato a 12 anni di prigione.

Board, di Bognor, West Sussex, dopo la condanna per sette accuse di aggressione sessuale e uno stupro, è stato definito “pervertito”.
Il giudice Christina, riferendosi a Board  ha detto: “Probabilmente si è esibito in questi desideri perversi per il piacere provato anche dal rischio di essere scoperto”.

“Donne molto vulnerabili: due che avevano subito un intervento importante e un’altra alla cataratta. Se avesse reagito, sarebbe rimasta cieca”.

Una delle vittime di Board, ha testimoniato in tribunale e sostenuto che mentre l’infermiere le palpava il senso, le toccava i genitali, a causa dell’anestesia totale non era in grado di allontanarlo. A un certo punto, Board le ha preso una mano e poggiata sull’inguine, ha iniziato a masturbarsi.
Un’altra paziente, è stata molestata sul tavolo operatorio. “Ero molto spaventata, ho avuto un attacco di iperventilazione poiché sapevo che c’era qualcosa di sbagliato. Era una tortura, non potevo comunicare con il chirurgo. Volevo urlare ma non riuscivo, mi sentivo intrappolata”.

To Top