Strage di Hillsborough, David Duckenfield assolto per la morte dei 96 tifosi del Liverpool

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Novembre 2019 18:45 | Ultimo aggiornamento: 28 Novembre 2019 18:45
Strage di Hillsborough, Duckenfield assolto dalle accuse di omicidio colposo per negligenza

Commemorazione delle vittime della strage di Hillsborough (Foto archivio ANSA)

ROMA – David Duckenfield è stato assolto per la strage di Hillsborough, dove 96 tifosi del Liverpool il 15 aprile 1989 rimasero uccisi durante una FA Cup. Duckenfield, il responsabile della sicurezza il giorno della strage, è stato giudicato non colpevole di omicidio colposo per negligenza.

Secondo i giudici, il responsabile della sicurezza in pensione che ha 75 anni, ha negato le accuse e il giudice l’ha scagionato. Era il 15 aprile del 1989 quando 96 persone, tutti tifosi del Liverpool, morirono schiacciati e soffocati dentro lo stadio di Sheffield, pochi istanti prima del calcio d’inizio della semifinale di Coppa d’Inghilterra tra i Reds e il Nottingham Forest.

Dopo la lettura della sentenza, Christine Burke dalla galleria ha chiesto chi fosse il responsabile della tragedia, ricordando il padre morto nella carneficina. Circa 45 familiari delle vittime erano alla corte per ascoltare il processo e all’annuncio del verdetto si è scatenato il malumore, con persone che sono scoppiate a piangere.

All’inizio del processo, la procura aveva accusato Duckenfield di avere “responsabilità personali” per quanto avvenuto. Il giudice ha sottolineato però che le colpe di Duckenfield non sono state dimostrate e che, nonostante la simpatia e l’empatia provata per le famiglie delle vittime, il suo lavoro è decidere con freddezza e razionalità sui casi, motivo per cui ha decretato la non colpevolezza dell’imputato.  (Fonte Mirror)