Svezia/ Azienda così automatizzata che un robot “aggredisce” un operaio. Per l’uomo lesioni alla testa, quattro costole rotte e un grande spavento

Pubblicato il 30 Luglio 2009 18:38 | Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2009 18:38

113754_XITS105_APUna azienda svedese altamente automatizzata a Balsta, a nord di Soccolma, è stata condannata a pagare una multa di 2.500 euro dopo che uno dei suoi robot ha attaccato un operaio ferendolo gravemente, a quanto riferisce The Huffington Post.

L’incidente è accaduto mentre l’operaio si accingeva alla manutenzione del robot, usato per sollevare con le sue tenaglie grosse rocce, che da qualche tempo funzionava male. L’uomo si è tranquillamente avvicinato alla macchina per ripararla, ma ha commesso un gravissimo errore: ha dimenticato di staccare la spina della corrente che la alimenta.

Non appena l’uomo l’ha toccato, evidentemente infastidito, il robot si è ”svegliato” e gli ha preso la testa in una delle sue tenaglie. Terrorizzato, l’operaio ha ingaggiato una lotta di sopravvivenza con la macchina ed è fortunosamente riuscito a divincolarsi. Ma dallo scontro col robot è uscito malconcio: gravi lesioni alla testa e quattro costole rotte.

Il pubblico ministero preposto al caso, Leif Johansson, dapprima voleva citare in giudizio l’azienda, ma poi ha deciso di ripartire la colpa dell’accaduto attribuendola all’azienda, ma anche all’operaio che si era dimenticato di staccare la spina.

«L’operaio ha davvero corso un grosso rischio», ha detto Johansson, «perchè nell’abbraccio della macchina avrebbe potuto rimetterci la vita».