Svizzera, giudici guardavano siti porno durante il lavoro

Pubblicato il 11 Marzo 2009 18:31 | Ultimo aggiornamento: 11 Marzo 2009 18:31

Consultavano siti pornografici durante l’orario di lavoro e per questo, a seguito di un’inchiesta che li ha inchiodati alle loro responsabilità, due giudici del cantone svizzero della Giura si sono dimessi dall’incarico.

I due magistrati sono un giudice del tribunale cantonale, Pierre Boinay, e il procuratore generale Yves Maitre. L’indagine, oltre a loro, ha riguardato una trentina di funzionari del tribunale cantonale.

La scoperta delle scorribande nell’eros elettronico compiute attraverso i computer degli enti pubblici è stata fatta dagli amministratori del servizio informatico dell’amministrazione cantonale, a cui sono collegati anche quelli del parlamento locale e del dipartimento della giustizia.

I tecnici informatici si erano messi ad indagare lo scorso novembre a seguito di un problema di sovraccarico della rete internet cantonale e avevano scoperto che questo era dovuto proprio alla frequentazione di quelli che avevano definito «siti non professionali». Di lì l’apertura dell’inchiesta.

LG