Strage in Svizzera: stermina la famiglia della ex moglie e si uccide FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Maggio 2015 9:15 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2015 20:18
Svizzera, sparatoria a Wuerenlingen: diversi morti

(Immagine da Google Maps)

WÜRENLINGEN (SVIZZERA) – Uccide i suoceri, il cognato, un passante e poi si toglie la vita. Tutto è successo nella notte tra sabato e domenica 10 maggio in Svizzera, a Wuerenlingen, nel canton Argovia, a circa 40 chilometri da Zurigo

Il pluriomicida è uno svizzero di 36 anni. L’uomo, separato, con precedenti penali, ha ucciso i suoceri ed un cognato, prima di ammazzare un’altra persona e di suicidarsi. Lo riferisce l’agenzia di stampa svizzera Ats citando la polizia locale e precisando che si tratta di un delitto passionale.

L’omicida, secondo quanto riferito dal capo della polizia criminale Markus Gisin, era sposato e padre di tre bambini. Viveva però separato dalla moglie, che ha anche l’affidamento dei bambini. La polizia è stata chiamata dai vicini di casa poco dopo e ha trovato i corpi senza vita sia all’interno dell’immobile che fuori.

Wüerenlingen è già stato teatro di un grave fatto di sangue.Il 13 dicembre del 1985 un agente immobiliare 33enne aveva ucciso l’amante della sua compagna e due prostitute. Il crimine si era svolto a poche centinaia di metri da quello odierno. L’autore era stato condannato a 20 anni di prigione. (foto Ansa).