Estonia, blitz al ministero della Difesa: spari e sequestro-lampo. Il responsabile si uccide

Pubblicato il 11 Agosto 2011 17:39 | Ultimo aggiornamento: 11 Agosto 2011 17:39

TALLINN – Colpi di arma da fuoco e un’esplosione sono stati uditi provenire oggi all’interno del ministero della Difesa a Tallin, capitale dell’Estonia. Due persone sono state prese in ostaggio e una e’ rimasta ferita. Lo hanno reso noto i media locali.

“C’è stato un incidente che ha coinvolto una persona armata”, aveva dichiarato in un primo tempo il portavoce del ministero della Difesa. “Sembra che qualcuno ha sparato all’interno dell’edificio, ma non è chiara la dinamica degli eventi”. Gli spari sono stati due, a distanza di 20 minuti l’uno dall’altro, e dopo il secondo due persone sono state viste fuggire da una finestra.

In un primo momento era stato detto che il responsabile era stato arrestato: successivamente gli organi di informazione estoni hanno detto che il sequestratore si sarebbe ucciso.

In una manciata di minuti sono entrate in azione le unità speciali. Appena cominciato il blitz, c’è stata un’esplosione e sono risuonati altri spari. A quel punto anche gli agenti di polizia sono entrati accompagnati da personale medico.

Il ministro della Difesa, Mart Laar, non era in ufficio.