Tania Clarence, mamma, accusata di aver ucciso i tre figlioletti disabili

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Aprile 2014 19:54 | Ultimo aggiornamento: 23 Aprile 2014 19:55
Tania Clarence, mamma, accusata di aver ucciso i tre figlioletti disabili

La villa della famiglia Clarence, a New Malden

LONDRA – Una mamma, Tania Clarence, è accusata di aver ucciso i suoi tre figlioletti disabili, due gemelli di 3 anni e una bimba di 4, nella loro villa a New Malden, nel sud-ovest della capitale britannica.

La donna, 42 anni, è stata arrestata martedì sera, 22 aprile. Secondo gli investigatori avrebbe agito da sola, proprio quando il marito, Gary Clarence, banchiere, era all’estero insieme alla loro figlia maggiore di 8 anni, non disabile. 

I tre figli più piccoli erano disabili a causa di una malattia genetica, l’atrofia spinale muscolare, una patologia delle cellule nervose del midollo spinale caratterizzata da un progressivo indebolimento dell’apparato muscolare a partire dai muscoli più vicini al tronco. 

La famiglia, originaria del Sudafrica, si era trasferita nel quartiere nell’ultimo anno. I vicini la descrivono come una famiglia tranquilla, unita, benestante. Lui, Gary Clarence, lavora nella City. Lei, Tania Clarence, si occupava dei quattro figli, con l’aiuto di una nanny e di una collaboratrice domestica.