Tassista muore di coronavirus, cliente positivo gli aveva sputato in faccia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Maggio 2020 14:45 | Ultimo aggiornamento: 22 Maggio 2020 14:45
Tassista muore di coronavirus, cliente positivo gli aveva sputato in faccia

Tassista muore di coronavirus, cliente positivo gli aveva sputato in faccia

LONDRA – Trevor Belle, un tassista inglese di 61 anni, è morto al Royal London Hospital il 18 aprile, dopo essere risultato positivo al coronavirus.

L’uomo, intorno alla metà di marzo, aveva caricato a bordo del suo taxi un passeggero che gli aveva sputato in faccia e poco dopo aveva detto di essere positivo al Covid-19.

In quell’occasione, probabilmente, il 61enne era stato contagiato.

Nel giro di pochi giorni le condizioni di Trevor Belle si sono aggravate al punto che l’uomo è stato ricoverato in ospedale, dove è morto dopo tre settimane nonostante i medici avessero fatto di tutto per salvargli la vita. 

La storia del 61enne, morto semplicemente per aver svolto il suo lavoro, ha suscitato profonda commozione nel Regno Unito, tanto che su GoFundMe è stata aperta una pagina per raccogliere fondi e organizzare il suo funerale.

Lo scopo era quello di raggiungere le 3mila sterline, ma ne sono state raccolte oltre seimila.

Dopo la sua morte, il sangue di Trevor è stato donato per la ricerca sugli effetti di Covid-19, ha raccontato Damian, mentre rendeva omaggio al suo amico “irriducibile sostenitore dell’Arsenal”.

Trevor lascia la moglie, una figlia e tre nipoti. (fonte MIRROR)