Tav, accordo con la Francia: piccolo “sconto” all’Italia

Pubblicato il 5 Settembre 2011 15:44 | Ultimo aggiornamento: 5 Settembre 2011 15:49

ROMA – Italia e Francia hanno trovato l’accordo per la Torino-Lione, manca solo la firma ufficiale, cosa che potrebbe arrivare entro la metà di settembre. Dopo mesi di trattativa la vicenda della Tav sembra quindi destinata a sciogliersi: il nodo finora sono stati i soldi. Costo dell’operazione 8,6 miliardi di euro, di cui 2,8 messi a disposizione dall’Unione europea. Fatti i conti, l’intesa definitiva prevede ora una divisione di questa cifra per il 60% all’Italia  e per il 40% a Parigi, quindi 3,5 miliardi di tasca nostra contro i 2,3 francesi.

Finora, secondo gli accordi del 2001, la divisione dei costi era per il 63% all’Italia e per il 37% alla Francia, anche se il nostro Paese durante la trattativa ha puntato al 50-50. Il nuovo accordo riguarderà solo la “fase 1”, ossia il tunnel di base e le due stazioni internazionali, quella transalpina di Saint Jean de Maurienne e quella di Susa.