L’ultima tempesta abbattutasi sul Regno Unito ha provocato morti e caos

Pubblicato il 16 febbraio 2014 11:07 | Ultimo aggiornamento: 16 febbraio 2014 11:07

stormGB, LONDRA – Due morti e più di 140.000 case senza elettricità, gravi disagi nei trasporti ferroviari e stradali, centinaia di alberi sradicati e frane: l’ultima tempesta che si è abbattuta sul Regno Unito ha provocato il caos. Una donna è morta e un uomo è rimasto ferito a Londra dal crollo parziale di un edificio sul loro veicolo. Un’anziano è morto invece durante una crociera, quando un oblò della sua cabina è stato distrutto dalla forza delle onde nel Canale della Manica.

Diversi tra i 735 passeggeri della nave da crociera Marco Polo, per lo più britannici, sono rimasti feriti. La nave, il cui arrivo è previsto domenica a Tilbury, nel sud-est dell’Inghilterra, torna da una crociera ai Caraibi. Trenta persone sono state evacuate venerdi sera da un ristorante del lungomare a Milford on Sea, nel sud, dopo l’esplosione dei vetri delle finestre causate dai forti venti.

Inoltre, due escursionisti risultano dispersi in Scozia, sulle montagne del Ben Nevis. Domenica più di 140.000 case erano senza elettricità nel Regno Unito dopo questa nuova tempesta, secondo la società Energy Networks Association (ENA). E i trasporti ferroviari e stradali hanno subito gravi disagi. “Nella notte una violenta tempesta ha sradicato oltre 120 alberi, provocando il blocco di decine di strade nel sud dell’Inghilterra”, ha riferito un portavoce della rete ferroviaria Network Rail.