Tenerife, il campeggio degli untori: 60 persone fermate, volevano infettare e infettarsi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Agosto 2020 10:57 | Ultimo aggiornamento: 10 Agosto 2020 11:00
Tenerife, il campeggio degli untori

Tenerife, bloccato raduno per infettare e infettarsi (Ansa)

La polizia di Tenerife ha sgomberato una spiaggia della popolarissima meta turistica delle Canarie, in Spagna, dove erano accampate una sessantina di persone.

Volevano diffondere il coronavirus, cioè sono state fermate un attimo prima di piantare le tende a Tenerife per compiere un vero crimine, il loro obiettivo era infettare e infettarsi.

Lo riferiscono i media locali, come El Dia. Lo sgombero è avvenuto da parte della Guardia Civil e della polizia del comune di La Orotava.

Nei giorni scorsi avevano intercettato l’organizzazione del raduno sui social network.

Tenerife, il campeggio degli untori

“Un campeggio nel fine settimana per favorire la diffusione del Covid-19”, ha spiegato l’assessore alla sicurezza di La Orotava, Narciso Perez.

Il rapido intervento degli agenti ha impedito un raduno più massiccio e quindi potenzialmente più pericoloso.

Violati i sigilli alla spiaggia di Los Patos

“Nonostante la spiaggia di Los Patos sia chiusa al pubblico da anni a causa del pericolo frane, il funzionario ha riferito che “ci sono molte persone spericolate che ogni fine settimana scendono su questa spiaggia non solo per fare il bagno ma anche per campeggiare”.

Tali assembramenti, inoltre, “preoccupano” ancora di più “nella situazione di emergenza sanitaria in cui ci troviamo”.

Brasile, superati i 100mila morti

Il Brasile ha superato ieri i 100 mila morti da coronavirus e tre milioni di contagi dall’inizio della pandemia.

Nell’ultimo rapporto delle autorità sanitarie si indica che nelle ultime 24 ore sono stati confermati 49.970 casi di Covid-19, portando il totale generale degli infettati a 3.012.412.

Sempre ieri, inoltre, le persone decedute sono state 905 e questo ha portato il bilancio globale a quota 100.477.

In questo modo il Brasile si conferma secondo Paese al mondo per numero di contagi, dietro agli Stati Uniti, con quasi cinque milioni di casi e oltre 162.000 morti.

Usa, superati 5 milioni di casi

Gli Usa hanno superato i 5 milioni di casi di coronavirus, secondo il database del New York Times. Gli Stati Uniti guidano la triste classifica anche per numero di morti, oltre 162 mila.