Tenerife, italiano sfregia l’ex fidanzata con l’acido. Maria gridava: “Aiuto, mi brucia l’occhio”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Novembre 2018 22:20 | Ultimo aggiornamento: 22 Novembre 2018 22:22
Tenerife, italiano sfregia con acido ex fidanzata in strada

Tenerife, italiano sfregia l’ex fidanzata con l’acido. Maria gridava: “Aiuto, mi brucia l’occhio” (Foto archivio Ansa)

ROMA – L’aveva minacciata, poi è passato ai fatti. Un italiano ha sfregiato con l’acido la ex fidanzata di 25 anni a Tenerife ed è stato arrestato dalla polizia spagnola mentre tentava di prendere un aereo per tornare in Italia. L’aggressione è avvenuta la sera di martedì 21 novembre e la giovane Maria Candelaria gridava in strada: “Aiuto, mi ha aggredita, mi brucia l’occhio”. La Candelaria è stata ricoverata con una grave prognosi ed è stata poi dimessa.

Secondo una prima ricostruzione, la donna e il suo aggressore hanno avuto un relazione e si erano lasciati. Nonostante entrambi avessero avviato nuove relazioni, l’italiano di 45 anni aveva minacciato Maria di aggredirla e in diversi messaggi annunciava il suo gesto. Poi dalle parole è passato ai fatti: un paio di giorni prima dell’aggressione era arrivato sull’isola delle Canarie accompagnato dalla sua attuale fidanzata e la sera di martedì alle 21,30 ha messo a segno la sua vendetta in una caffetteria di La Cuesta, vicino a La Laguna.

La vittima stava tornando a casa quando è stata avvicinata dall’ex e da una donna e le hanno gettato un flacone di acido sul viso. Maria ha chiesto aiuto: “Per favore non lasciatemi da sola, proteggetemi, mi ha aggredita il mio compagno, l’occhio mi brucia, l’occhio mi brucia!”. Due le persone che hanno assistito alla scena e che, sotto shock, hanno soccorso Maria e dato l’allarme. Nei pressi c’era una pattuglia della polizia locale che ha ricevuto l’allarme dato da una casa vicina. La vittima è stata poi portata in ambulanza all’ospedale universitario delle Canarie dove ha passato la notte.

Agli agenti Maria ha immediatamente indicato l’ex fidanzato italiano quale responsabile della sua aggressione, dopo aver ricordato ai poliziotti di aver sporto varie denunce insieme al nuovo compagno, perché da mesi continuava a ricevere messaggi minatori da parte del 45enne. L’ultimo a poche ore dalla brutale aggressione, nel quale l’uomo pare aver palesato i suoi progetti, minacce che Candelaria non ha ritenuto reali credendo che il suo ex fosse in Italia. La polizia spagnola ha iniziato così la ricerca e ha fermato l’uomo all’aeroporto di Tenerife mentre tentava di tornare in Italia e l’hanno portato in carcere con le accuse di lesioni aggravate e violenze di genere. Non è chiaro se anche la compagna dello stalker sia in stato di fermo e quale sia la sua identità.