Terremoto Albania, nuova scossa del 4: scuole chiuse a Tirana, Durazzo ed Elbasan

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Settembre 2019 9:13 | Ultimo aggiornamento: 23 Settembre 2019 9:13
Terremoto Albania danni e scosse

I danni provocati dal terremoto in Albania (Foto ANSA)

TIRANA – Un nuova forte scossa di terremoto è stata registrata la sera del 22 settembre in Albania con magnitudo del 4. Dopo le altre violente scosse che hanno provocato ingenti danni a oltre 900 tra palazzi e case, è stata disposta la chiusura delle scuole di Tirana, Durazzo ed Elbasan.

Terremoto in Albania

La scossa registrata il 22 settembre ha avuto magnitudo del 4 ed epicentro vicino Durazzo, circa a 20 chilometri a nord-ovest di Tirana. La prima scossa è stata avvertita fino in Puglia, con ipocentro a 10 chilometri di profondità ed epicentro a 34 chilometri da Tirana. Uno dei sismi più violenti degli ultimi 30 anni nella vicina Durazzo.

Poi poco dopo la mezzanotte di domenica, ecco un’altra scossa del 4.9 nello stesso epicentro, fino all’ultima e più forte. La zona è stata interessata da uno sciame sismico che in 24 ore ha registrato oltre 300 scosse di assestamento, che proseguono dopo gli episodi più violenti con magnitudo inferiori al 3.

Panico da scossa imminente: la fake news

In tutto sono oltre 900 le abitazioni e i palazzi danneggiati secondo gli ultimi bilanci del governo. A provocare il panico nella notte sono state anche le false notizie apparse su alcuni media online, che parlavano di una nuova violenta scossa in arrivo alle 23.30 nel Paese e che hanno scatenato il panico a Tirana. I cittadini hanno abbandonato le loro abitazioni riversandosi sulle strade e nelle piazze della capitale. Anche il traffico è andato in tilt.

Governo e l’appello ai cittadini: “Non diffondete notizie false”

Il governo ha parlato di notizie false facendo appello ai cittadini a “non diventare vittime di annunci tesi a provocare il panico” e definendo la diffusione delle notizie “un atto criminale”, aggiungendo che “tutti quelli che hanno diffuso tale notizia dovranno assumerne le responsabilità e saranno denunciati”. La notizia si è diffusa online poco dopo l’ultima forte scossa di terremoto avvenuta in serata. (Fonte ANSA)