Terremoto Grecia: scossa magnitudo 5.1 ad Atene. Crollano edifici abbandonati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Luglio 2019 13:42 | Ultimo aggiornamento: 20 Luglio 2019 8:08
terremoto grecia atene

Un vecchio sismografo (Foto Ansa)

ATENE – Una forte scossa di terremoto è stata avvertita poco dopo le 13 di venerdì 19 luglio ad Atene e in tutta l’Attica. La magnitudo del sisma – durato 15 secondi – è stata calcolata dall’Istituto di Geodinamica di Atene a 5,1 gradi sulla scala Richter dopo una prima stima di 5,3 gradi segnalata dallo US Geological Survey.

L’epicentro sarebbe a 23 km a nordovest della capitale, presso la località di Magoula, a soli 12 km di profondità, considerata superficiale, ed è quindi stato sentito con particolare forza, specie in alcune zone della capitale greca. Sono segnalati blackout telefonici.

Panico nei centri abitati dove migliaia di persone si sono riversate nelle strade. Il terremoto, definito “molto lungo”, è stato avvertito in molte città sulla costa dell’Egeo.

Il tremore è stato ripreso in diretta dalla televisione statale greca Ert. Sono state registrate piccole interruzioni della corrente elettrica e i vigili del fuoco hanno raccontato di aver ricevuto diverse chiamate da persone che erano rimaste intrappolate in ascensore.

La violenta scossa di terremoto ha provocato il crollo di alcuni edifici abbandonati. Lo hanno riferito le autorità elleniche. Non risultano feriti gravi, ma solo tre persone colpite da calcinacci, che non hanno riportato lesioni serie.

“Si è sentita una scossa molto forte, abbiamo avuto molta paura – dice all’Ansa il giornalista Takis Tsafos – L’epicentro, peraltro, è stato vicino alla superficie e nella stessa zona dove fu registrato il centro del sisma del 1999, che provocò 42 morti. Per legge, hanno dovuto evacuare gli hotel e gli uffici pubblici. E tutti hanno iniziato a chiamare amici e parenti, quindi sono bloccate le linee telefoniche”.

Gli edifici crollati sono ad Ermou (strada dello shopping accanto a Piazza Syntagma), a Petralona, a poca distanza dall’Acropoli, e poi a Trapezona, presso il porto del Pireo, e nel porto stesso, dove è crollato un vecchio magazzino che non veniva più utilizzato. “I vigili del fuoco ritengono che sotto le macerie non sia rimasto nessuno”, dice Tsafos. 

“Non ci sono notizie di feriti in maniera grave. Chiedo alla cittadinanza di restare calma. In Grecia conosciamo bene i terremoti”, ha detto il portavoce del governo Stelyos Petsas. La violenta scossa è stata seguita da una serie di tremori attorno ai 3 gradi Richter.

La Grecia è un paese ad alto rischio sismico. Nel 1999, un terremoto di intensità 6 sulla scala Richter causò 143 vittime, circa 1.600 persone restarono ferite ed oltre 50.000 si trovarono senza casa. Crollarono oltre 100 edifici, tra cui tre fabbriche, con oltre 4 miliardi di dollari di danni stimati. (Fonte Ansa).