Terry Perkins, morto il cervello della gang di over 60 che mise a segno un colpo da 278 milioni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 febbraio 2018 5:06 | Ultimo aggiornamento: 6 febbraio 2018 20:10
Terry Perkins

Terry Perkins

LONDRA – Nel carcere di Belmarsh è morto a 69 anni Terry Perkins, il cervello della gang di over 60 che nel week-end di Pasqua del 2015 mise a segno il colpo del secolo svaligiando il caveau di Hatton Garden pieno di oro, gioielli e banconote per un valore di 30 milioni di euro.

Perkins, che è deceduto a una settimana di distanza dalla richiesta di restituire la sua parte di bottino o prolungare la condanna, soffriva di diabete e problemi cardiaci e stava scontando sette anni di prigione.
E’ molto improbabile che ora, dopo il decesso per cause naturali, i PM possano recuperare il denaro che Perkins sperava di utilizzare come una sorta di “pensione”.
Avrebbe dovuto essere processato, entro la fine dell’anno, anche per un’altra rapina del 2010 in cui alla gioielleria Chatila, in Old Bond Street, avevano sottratto gioielli per oltre 1 miliardo di sterline, scrive il Daily Mail.

Perkins era stato precedentemente coinvolto nella rapina al caveau di Security Express a East London nel 1983, rubarono 6 milioni di sterline,  e per cui nel 1985 fu condannato a 22 anni di carcere.
Peter Wilton, ex detective della volante, che ha aiutato a risolvere il caso del 1983, ha dichiarato di essere rimasto “assolutamente sbalordito” quando ha sentito che Perkins era tornato ai suoi vecchi giochetti e detto alla BBC:”Pensavo che 22 anni di galera gli avessero impartito una lezione ma evidentemente invece di andare in pensione è andato avanti”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other