Timothy Kelleher annega nell’oceano: aveva concluso il cammino di Santiago

di Caterina Galloni
Pubblicato il 1 Ottobre 2019 5:00 | Ultimo aggiornamento: 30 Settembre 2019 20:30
Annega cammino santiago

Foto archivio ANSA

ROMA – Timothy Kelleher, 35enne irlandese, è annegato nelle acque dell’Oceano Atlantico, un tuffo nel Mar de Fora, al largo della costa di Finisterre nota per le forti correnti, ma che è stato fatale.

Kelleher aveva completato il Cammino di Santiago de Compostela in Galizia, un pellegrinaggio a piedi lungo 800 km che inizia con vari itinerari ma comunque termina nella maestosa cattedrale dove sono conservate le spoglie di Giacomo il Maggiore, apostolo di Gesù.

Molti pellegrini che completano il Cammino, dopo aver raggiunto Santiago de Compostela proseguono il viaggio per un altro centinaio di chilometri fino a Cabo Finisterre: la tradizione vuole che qui compiano un bagno nell’oceano in segno di purificazione, brucino un indumento indossato durante il cammino e infine raccolgano una delle conchiglie che si trovano su una spiaggia come prova dell’avvenuto pellegrinaggio.

La vittima, di Ballyvourney a Cork, era in compagnia di due amiche che quando hanno visto che era in difficoltà hanno lanciato l’allarme. E’ stato allertato il servizio di soccorso e gli addetti alla protezione civile l’hanno prelevato dalle acque, tentato per 40 minuti di rianimarlo prima che arrivasse un medico che ne ha constatato il decesso.

Il vice sindaco Xan Carlos Sar ha dichiarato al quotidiano La Voz de Galicia: “Il mare era agitato e le amiche lo hanno visto mentre veniva travolto dalle correnti”.  Sembra che prima che accadesse la tragedia, un abitante del posto avesse avvertito i tre amici che era pericoloso fare il bagno a causa di mulinelli che trascinano al largo i bagnanti. (Fonte: Daily Mail )