Trans trovata morta in carcere maschile: secondo caso in Gb

Pubblicato il 2 Dicembre 2015 7:03 | Ultimo aggiornamento: 2 Dicembre 2015 1:20
Vikki Thompson, trans di 21 anni, rinchiusa in un carcere maschile: si è uccisa

Vikki Thompson, trans di 21 anni, rinchiusa in un carcere maschile: si è uccisa

LONDRA – L’hanno trovata morta nella sua cella a Milton Keynes, in Gran Bretagna. Joanna Latham, transgender nata uomo, era stata rinchiusa in un carcere maschile. E’ il secondo caso in Inghilterra: due settimane fa Vikki Thompson, trans di 21 anni, si è impiccata in una prigione per soli uomini a Leeds dopo aver a lungo minacciato di farlo se non fosse stata trasferita in un istituto femminile.

Eppure una settimana fa a riempire le pagine di cronaca era stata un’altra trans inglese, Tara Hudson, che ha vinto la sua battaglia per scontare la sua pena in una prigione femminile. Tara, 26 anni operata ma ancora legalmente uomo, era stata condannata a scontare tre mesi di reclusione per rissa in un carcere maschile di Bristol. Aveva denunciato il rischio di violenze sessuali ma il giudice era stato inflessibile. E’ stata una raccolta firme di ben 140.000 nomi a farle ottenere l’agognato trasferimento.

Joanna e Vikki invece sono rimaste inascoltate. Il regolamento carcerario del Regno Unito prevede che i condannati transessuali vengano collocati secondo il loro genere “come riconosciuto dalla legge”, e che possano avviare le procedure per il cambio di status anche dal carcere. Ma le regole prevedono anche che “persone in un sufficiente avanzamento della transizione” possano essere collocate “nell’ambito del loro genere acquisito, anche se la legge non lo ha ancora riconosciuto”.