Trenitalia, “Diritti dei passeggeri non rispettati”. Europa richiama Italia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Marzo 2014 13:14 | Ultimo aggiornamento: 28 Marzo 2014 13:14
Trenitalia, "Diritti dei passeggeri non rispettati". Europa richiama Italia

Trenitalia, “Diritti dei passeggeri non rispettati”. Europa richiama Italia

BRUXELLES – “I diritti dei passeggeri che viaggiano con Trenitalia non sono tutelati”. La Commissione dell’Unione europea ha deferito l’Italia alla Corte di Giustizia Ue per non aver adeguato la proprio normativa sui diritti dei passeggeri alle regole comunitaria. L’Italia ha avuto tempo fino al 3 dicembre 2009 per adeguarsi, ma passati 4 anni dalla scadenza l’Italia non ha ancora applicato il regolamento a Ferrovie dello Stato.

Secondo quanto spiega Bruxelles, l’Italia non ha ancora istituito un organismo ufficiale e autorizzato a vigilare sulla corretta applicazione del regolamento sul suo territorio, né ha stabilito norme volte a sanzionare violazioni della legge. Senza queste due azioni necessarie,

“i passeggeri che viaggiano in treno in Italia o verso altri Paesi dell’Ue non possono far rispettare i loro diritti in caso di problemi”.

 Siim Kallas, vicepresidente della Commissione e responsabile per i Trasporti, ha detto:

La protezione dei passeggeri che viaggiano in Europa è una delle pietre miliari della politica dei trasporti Ue. Tutti gli Stati membri devono garantire la messa in atto di strutture a cui i passeggeri possano rivolgersi per far rispettare i loro diritti e sanzionare le violazioni. Così si garantisce anche un clima di concorrenza equa per il settore ferroviario in tutta l’Europa”.