A Treviri (Germania) non era attentato ma un ubriaco: auto su pedoni, 4 morti tra cui un bimbo VIDEO

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 1 Dicembre 2020 19:38 | Ultimo aggiornamento: 2 Dicembre 2020 14:27
Germania attentato foto Twitter

Attentato Treviri (Germania): auto su area pedonale, 4 morti tra cui un bimbo e 15 feriti. Arrestato 51enne (foto Twitter)

A Treviri (Germania) non era attentato ma soltanto un senzatetto ubriaco al volante. Un’auto ha travolto alcune persone che erano sulla via dello shopping pedonale. Il bilancio è di 4 morti e decine di feriti. 

A Treviri in Germania, un Suv guidato da un uomo tedesco di 51 anni è piombato in una zona pedonale del centro storico ed ha investito viaggiando a 70 – 80 chilometri all’ora diverse persone uccidendone quattro tra cui un bimbo. Ma non è stato un attentato: alla guida c’era un senzatetto ubriaco.

Come ha spiegato il ministro dell’Interno Roger Lewenz in conferenza stampa dalla città della Renania Palatinato, oltre alle 4 vittime ci sono altre 4 persone ricoverate in condizioni molto gravi, 5 in condizioni serie, 6 lievemente ferite. Oltre a questo 15 feriti, ci sono decine di persone rimaste traumatizzate.

A Treviri non è stato un attentato

Aggiornamento delle ore 7. Non è stato un attentato quello di Treviri. Alla guida dell’auto che ha investito pedoni che facevano shopping c’era un senatetto ubriaco. Escluse dunque motivazioni di stampo politico o terroristico.

Treviri (Germania), alla guida un ubriaco 

Aggiornamento delle ore 19.30. Alla guida dell’auto c’era un uomo di 51 anni. Al momento non è stato trovato alcun movente al folle gesto. Gli inquirenti escludono che quanto accaduto possa essere legato a “motivazioni politiche”. 

Testimoni, subito dopo l’incidente avevano raccontato di gente che “volava in aria”.   

Il conducente dell’auto che ha travolto i pedoni “guidava a forte velocità“. A confermare quanto detto era stato subito dopo l’accaduto il sindaco della città tedesca parlando all’emittente Ntv. Il primo cittadino aveva raccontato di aver visto la scarpa di una bambina per strada.

Della vicenda ha parlato successivamente anche Steffen Seibert, il portavoce di Angela Merkel, che su Twitter ha scritto: “Quello che è successo a Treviri è scioccante” (fonte: Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev, Ansa).