Uccisa e poi decapitata, Anna Ergieva aveva rifiutato rapporto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 marzo 2018 7:32 | Ultimo aggiornamento: 14 marzo 2018 14:39
anna ergieva ucraina

Uccisa e poi decapitata, Anna Ergieva aveva rifiutato rapporto

ROMA – Una giovane di 29 anni, Anna Ergieva, è stata barbaramente uccisa dal suo ex fidanzato a Odessa, in Ucraina. L’uomo, secondo quanto riportato dal tabloid britannico Daily Mail, le avrebbe sparato in testa e poi l’avrebbe decapitata. E lo avrebbe fatto perché lei non voleva andare a letto con lui.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

Il cadavere decapitato della ragazza è stato trovato in una pozza di sangue dai genitori, arrivati a casa sua preoccupati perché lei non rispondeva al telefono. La testa della vittima, invece, è stata ritrovata non lontano da casa. Il killer l’aveva nascosta in una borsa insieme ad alcuni gioielli.

L’uomo, arrestato, ha ammesso di aver ucciso la ragazza perché lei lo aveva rifiutato. Da quanto emerso, i due avevano chiacchierato in chat e a un certo punto lui aveva deciso di andare a casa da lei. Quando però ha capito che Anna non aveva intenzione di stare con lui l’ha uccisa. Prima di finire in manette l’uomo ha aggredito alcuni poliziotti e tentando anche di tagliarsi le vene.

Il padre della vittima, sconvolto, ha commentato quanto accaduto con i media locali descrivendo quello che ha trovato a casa di sua figlia. “Era sdraiata sul pavimento e decapitata. C’era sangue in tutta la stanza, anche sul televisore”, ha spiegato l’uomo che ha aggiunto di aver cercato la testa in casa in attesa dell’arrivo della polizia ma di non averla trovata.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other