Ucraina. Gb, Cameron non esclude sospensione Russia da Swift

Pubblicato il 25 febbraio 2015 8:22 | Ultimo aggiornamento: 25 febbraio 2015 8:22
David Cameron

David Cameron

GB, LONDRA – La Gran Bretagna non esclude la possibilità di sospendere la Russia dal sistema bancario internazionale Swift se Mosca continuerà con la sua politica aggressiva in Ucraina. Lo ha detto il premier David Cameron in un’audizione in parlamento.

“Se in Ucraina ci saranno nuove incursioni da parte dei ribelli sostenuti dalla Russia o da parte di effettivi russi mi auguro che l’Unione europea dia una risposta unitaria e forte attraverso sanzioni che colpiscano direttamente l’economia russa”, ha spiegato Cameron. Nel caso in cui ciò non avvenga, ha detto il primo ministro, “la Gran Bretagna dovrebbe intraprendere nuove strade come la sospensione di Mosca dal sistema bancario internazionale Swift”.

Sarebbe un passo importante, ha aggiunto Cameron, “ma se la Russia decide di uscire da un sistema di regole globale che vige nel 21.mo secolo allora deve mettere in conto di non fare più parte di quel sistema anche quando si tratta di banche, investimenti, case e tutto ciò che regola il nostro mondo”.

5 x 1000

Cameron ha aggiunto che le sanzioni alla Russia dovrebbero essere estese oltre il mese di luglio, il termine fissato dall’Ue per decidere sul rinnovo o meno delle misure, indipendentemente da quanto accade sul campo in Ucraina. S ci sarà un escalation, ha sottolineato il primo ministro, le sanzioni dovranno essere inasprite.

Il premier britannico David Cameron ha poi detto che l’invio di armi all’Ucraina “non è escluso per sempre”. Al momento la Gran Bretagna fornisce a Kiev solo materiale non letale, ha precisato il primo ministro.