Ucraina, Hollande: “Senza accordo l’unico scenario è la guerra”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Febbraio 2015 12:20 | Ultimo aggiornamento: 7 Febbraio 2015 13:52
Ucraina, Hollande: "Senza accordo l'unico scenario è la guerra"

Hollande e la Merkel con Putin (foto LaPresse)

MONACO – Se non si trova un accordo sull’Ucraina, “noi sappiamo che l’unico scenario non può che essere la guerra”. Lo ha detto il presidente francese Francois Hollande che, secondo quanto riporta Le Figaro, ha aggiunto: “Penso che questa sia una delle ultime possibilità. “Se non riusciamo a trovare un accordo di pace duraturo ha spiegato – sappiamo perfettamente lo scenario. Ha un nome, si chiama guerra”.

A quanto detto da Hollande fa eco la Merkel che ha spiegato che in Ucraina le armi sono già troppe: “La Russia deve dare il suo contributo a una soluzione pacifica” in Ucraina. “Non ci può essere una soluzione militare a questo conflitto. Se è vero che la soluzioni non può essere militare, fornire armi non è la soluzione”. “Il problema – aggiunge la Merkel – è che io non riesco a immaginare che il miglioramento delle truppe in Ucraina dal punto di vista militare potrebbe impressionare così tanto Putin, da fargli credere che possa perdere. Devo dirlo in modo franco”.

Angela Merkel e Franois Hollande si sono visti alla conferenza internazionale di sicurezza in corso a Monaco, all’indomani dalla missione franco-tedesca a Mosca. Al forum partecipano anche il vice presidente degli Stati Uniti Joe Biden, il ministro degli Esteri russo, Serghiei Lavrov e il presidente ucraino Petro Poroshenko che terranno anche incontri in diverse formazioni tra loro, a margine. Per l’Italia sono presenti i ministri degli Esteri Paolo Gentiloni e della Difesa Roberta Pinotti, impegnati in una serie di bilaterali, al convegno che vede partecipare trenta Paesi.

Sui confini, la Merkel ha detto che vanno rispettati e “così la libertà dei popoli di decidere il loro futuro”. La cancelliera ha aggiunto che l’Europa vuole lavorare alla sicurezza “con la Russia, non contro”.