Ucraina, inaugurato monumento a Stalin

Pubblicato il 11 Novembre 2011 15:59 | Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2011 16:22

KIEV, 11 NOV – Avviato ormai 55 anni fa dall'allora segretario del Pcus, Nikita Krusciov, il processo di destalinizzazione in molte repubbliche ex sovietiche sembra essere ancora lungi dall'essere completato. L'ennesima prova e' un monumento al sanguinario dittatore sovietico inaugurato appena quattro giorni fa a Zaporizhia, nell'Ucraina orientale, in occasione del 94/o anniversario della rivoluzione d'ottobre.

La statua dedicata a Stalin ha comunque suscitato l'indignazione di molti a Zaporizhia e migliaia di persone, secondo il quotidiano in lingua inglese Kyiv Post, sono scese in strada nei giorni scorsi per protestare. Il monumento e' stato piazzato di fronte alla sede cittadina del partito comunista ed e' difeso da una teca di vetro e da uno steccato di metallo. E' composto da un busto di Stalin e da uno di Zoia Kosmodemianskaia, una giovane partigiana impiccata ad appena 18 anni dagli invasori nazisti.

''Stalin – ha affermato Oleksandr Zubchevski, un deputato del partito comunista – era considerato il padre della nazione sovietica, e Kosmodemianskaia era una figlia'' di quella stessa nazione. Non si tratta del primo monumento dedicato al dittatore sovietico a Zaporizhia: un primo busto di Stalin e' stato infatti decapitato il 29 dicembre dell'anno scorso e fatto saltare in aria nella notte di Capodanno.