Ucraina, Timoshenko resta in carcere: la sentenza della Cassazione

Pubblicato il 29 agosto 2012 10:50 | Ultimo aggiornamento: 29 agosto 2012 10:50

KIEV – La Corte di Cassazione ucraina ha confermato la condanna a sette anni della leader dell’ opposizione ucraina, Iulia Timoshenko, per un controverso contratto per le forniture di gas siglato nel 2009 con Mosca, quando era premier.

L’Alta Corte ucraina ha confermato la condanna per abuso di potere inflitta a carico dell’ex premier ed eroina della Rivoluzione Arancione, Yulia Timoshenko, in carcere da agosto 2011. “I giudici della Corte hanno deciso che l’appello non può essere accolto”, ha reso noto il magistrato Olexander Yelfimov.