Cronaca Europa

Ulster: scontri durante la marcia dei protestanti, feriti 80 poliziotti

Una ottantina di agenti sono rimasti feriti in tafferugli nell’Ulster durante le parate degli Orangisti, protestanti e pro britannici che organizzano le marce tradizionalmente all’inizio di luglio.

Negli ultimi due giorni si sono verificati vari episodi di violenza, anche con lancio di bottiglie molotov, che hanno coinvolto agenti e nazionalisti cattolici e favorevoli alla riunificazione dell’Irlanda.

Il vice capo della polizia dell’Ulster Alistair Finlay ha apertamente accusato il governo guidato dal partito unionista democratico, pro britannico, e dal cattolico Sinn Fein di non fare abbastanza per contenere le violenze, che si verificano con frequenza a margine delle marce di luglio.

Quest’anno, però, per la prima volta la responsabilità della gestione della polizia è passata da Londra a Belfast.

To Top