Ungheria, uccide moglie e figlie e poi si decapita con una motosega

Pubblicato il 17 Marzo 2010 19:00 | Ultimo aggiornamento: 17 Marzo 2010 19:00

Strage di famiglia in Ungheria a Tenyoe, un comune nell’ovest del Paese:  un uomo di 36 anni ha ucciso la moglie, di 37, e due figlie, di cinque e otto anni a colpi d’ascia. L’uomo quindi si è decapitato con una motosega.

Secondo quanto reso noto dalla polizia locale nella serata di martedì 16 marzo, l’uomo, un architetto d’interni, era in cura per depressione. La coppia conduceva una vita normale e lavorava in una città vicina.

A detta degli abitanti, le bambine erano bellissime e amate da tutti i vicini. «Il padre ha ucciso prima le figlie, poi la moglie e voleva mettere fine alla sua vita con un coltello ma, non riuscendoci, è andato in garage e si è segato il collo con la sega a motore», ha detto il capo della polizia investigativa regionale. «E’ stato un bagno di sangue senza precedenti», ha aggiunto ancora scosso.