Vacanze in Croazia, gli italiani possono entrare: basta la prenotazione alberghiera

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Maggio 2020 15:41 | Ultimo aggiornamento: 29 Maggio 2020 15:41
Vacanze in Croazia, gli italiani possono entrare: basta la prenotazione alberghiera

Vacanze in Croazia, gli italiani possono entrare: basta la prenotazione alberghiera (Foto Ansa)

ROMA – La Croazia apre le porte ai turisti italiani. A una condizione: dovranno esibire la prova di una prenotazione alberghiera.

Sebbene l’Italia non sia una delle dieci nazioni Ue alle quali la Croazia ha definitivamente riaperto le frontiere senza limitazioni, sarà comunque possibile entrare nel territorio croato. Ma solo per motivi di lavoro e per “comprovate ragioni economiche”. Tra le quali vengono associate, anche per i cittadini dei Paesi dell’Unione ancora soggetti a limitazioni – le finalità turistiche.

Sarà sufficiente esibire alla dogana una prova di prenotazione in albergo o in altra struttura ricettiva. Per accelerare l’ingresso, il ministero degli Esteri croato consiglia di presegnalare l’arrivo compilando un modulo disponibile sul sito del ministero degli Interni croato. Il tutto permetterà di usufruire del viaggio anche a chi aveva prenotato una vacanza lunga a inizio estate nei mesi precedenti la pandemia.

Niente vacanze in Grecia per gli italiani invece. Almeno per giugno, poi a luglio si vedrà. La Grecia infatti ha annunciato la lista dei 29 Stati i cui turisti potranno visitare il Paese dal 15 giugno. Data in cui gli aeroporti riapriranno ai voli internazionali. Tra loro non c’è l’Italia.

Questi i Paesi: Albania, Australia, Austria, Nord Macedonia, Bulgaria, Germania, Danimarca, Svizzera, Estonia, Giappone, Israele. E ancora: Cina, Croazia, Cipro, Lettonia, Libano, Lituania, Malta, Montenegro, Nuova Zelanda, Norvegia, Corea del Sud, Ungheria. Poi Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Repubblica Ceca e Finlandia. La lista verrà aggiornata il primo luglio, ha detto il governo.

La lista è stata compilata dopo aver esaminato i dati epidemiologici di ogni Paese. Niente vacanze in Grecia per gli italiani insomma.