Valanghe, voli cancellati, scuole chiuse e 17 morti: una settimana di maltempo in Europa

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 gennaio 2019 21:50 | Ultimo aggiornamento: 11 gennaio 2019 21:50
Valanghe, voli cancellati, scuole chiuse e 17 morti: una settimana di maltempo in Europa

Valanghe, voli cancellati, scuole chiuse e 17 morti: una settimana di maltempo in Europa (Foto Ansa)

ROMA – Valanghe, voli aerei cancellati, scuole chiuse e 17 morti: è il bilancio del maltempo e delle forti nevicate che hanno colpito l’Europa continentale questa settimana. E la morsa del gelo non si allenta, considerato che i metereologi si aspettano temperature gelide e neve anche nel fine settimana.

Sono almeno 17 le persone rimaste uccise in incidenti legati al maltempo in tutto il continente questa settimana. Tre persone sono rimaste ferite quando, giovedì 10 gennaio, una valanga di neve si è abbattuta sull’hotel Santis a Schwaegalp, in Svizzera.

Nei Balcani, le scuole sono state costrette a chiudere dopo pesanti nevicate che hanno tagliato le forniture elettriche ad alcuni villaggi sperduti. La tv di Stato serba ha fatto sapere che sei regioni nel Sud-Est del Paese hanno introdotto misure d’emergenza. Nel vicino Montenegro, tre cittadine sulla costa adriatica sono rimaste senza elettricità, dopo che una tempesta di neve, all’inizio della settimana, ha distrutto un generatore cruciale nella rete di distribuzione. In Bosnia, nella regione di Kladanj, sono saltate le linee telefoniche.

Il maltempo ha causato disagi anche in Austria e Germania. Circa 120 voli sono stati cancellati venerdì 11 gennaio all’aeroporto di Francoforte e 90 in quello di Monaco, sempre per via delle forti nevicate. A Chemnitz, Germania orientale, da lunedì tutti i funerali al cimitero cittadino sono stati cancellati. Cinque distretti in Baviera hanno dichiarato lo stato di emergenza con scuole chiuse e alcune cittadine costrette a chiedere aiuto all’esercito per spalare la neve.