Variante Covid, caos camionisti intrappolati nel Kent: comunità sikh porta loro pasti caldi

di Caterina Galloni
Pubblicato il 23 Dicembre 2020 18:18 | Ultimo aggiornamento: 23 Dicembre 2020 18:19
Variante Covid, caos camionisti intrappolati nel Kent: comunità sikh porta loro pasti caldi

Variante Covid, caos camionisti intrappolati nel Kent: comunità sikh porta loro pasti caldi

E’ caos nel Kent. I disperati camionisti europei bloccati in un accampamento improvvisato all’aeroporto di Manston, hanno ricevuto dei pasti caldi da un ente di beneficenza sikh e hanno la triste prospettiva di trascorrere il Natale intrappolati in Gran Bretagna.

I volontari sikh hanno dato una mano ai camionisti bloccati nell’aeroporto in disuso, trasformato in un gigantesco parcheggio per camion, tra le lamentele per le cattive condizioni anche di igiene.

Nel giro di tre ore, i membri della comunità sikh di Gravesend Gurdwara hanno preparato 500 curry di ceci e 300 piatti di pasta ai funghi per gli affamati conducenti. 

Il Kent County Council in precedenza aveva distribuito barrette di cereali e fornito servizi igienici al campo improvvisato, mentre i volontari del Ramsgate FC hanno preparato 200 pizze.

Dalla Francia via libera con test Covid negativo

In seguito alla conferma della Francia che consentirebbe agli autotrasportatori con un test Covid negativo di spostarsi attraverso il confine francese, i militari e il Servizio Sanitario Nazionale britannico stanno attualmente avviando un programma di test di massa.

Ma per sottoporsi al test, i camionisti che stanno protestando a Dover, dovranno percorrere 19 chilometri per arrivare all’aeroporto di Manston, già intasato da 3.800 camionisti che si sono anche scontrati con la polizia e sono scappati dall’accampamento.

Gran parte della contea è intasata e un secondo centro di test è stato istituito presso il parco divertimenti Dreamland a Margate. Ma finora nessun camion ha attraversato la Manica via mare sebbene la linea ferroviaria dell’Eurotunnel sia stata riaperta.

La Road Haulage Association ha affermato che la congestione durerà probabilmente fino a Santo Stefano con 100 test ogni ora, che in seguito saliranno a 300 per quelli che sono stimati tra gli 8.000 e i 10.000 camion presenti attualmente nel Kent.

Camionisti si incamminano a piedi

Stamattina decine di camionisti che cercavano di raggiungere le loro case sul continente hanno tentato di forzare il cordone degli agenti a guardia del porto di Dover. 

In centinaia hanno lasciato i camion e si sono incamminati lungo la A20 fino all’ingresso del porto deridendo e fischiando, con alcune urla in inglese: “Apri la frontiera”, “Vogliamo solo tornare a casa” e “Vaffan*ulo, Boris!”

Rachel Reeves, ministro ombra labour dell’Ufficio di Gabinetto, ha accusato il governo di “tentennare e ritardare” la gestione della situazione nel Kent.

“Ancora una volta, le nostre comunità, le imprese locali e i ristoranti devono intervenire per dare da mangiare ai camionisti bloccati ed esausti.

“Tutto questo mentre le aziende che esportano prodotti britannici vengono bloccate e messe ancora più sotto pressione dal caos. 

“Non abbiamo davvero bisogno di altri tentennamenti e ritardi da parte di questo governo”. (Fonte: Daily Mail).