Vienna, ergastolo a gelataia che uccise, fece a pezzi e surgelò marito e amante

Pubblicato il 24 Novembre 2012 1:02 | Ultimo aggiornamento: 24 Novembre 2012 1:02

Estibaliz Carranza, la gelataia viennese che uccise, fece a pezzi e surgelò marito e amante è stata condannata all’ergastolo

VIENNA – Condanna all’ergastolo per Estibaliz Carranza, la gelataia viennese, di origini messicane, che ha confessato di aver ucciso, fatto a pezzi e surgelato l’ex marito e il suo amante. La corte austriaca ha stabilito che dovrà scontare la pena in un manicomio criminale .

Posso solo dire che mi dispiace di aver tolto la vita ad Holger e Manfred“, ha detto la donna in lacrime rivolgendosi alla corte prima che iniziasse la camera di consiglio.

A nulla sono valsi i tentativi della difesa di ottenere delle attenuanti perché , questa la linea sostenuta, la donna subiva violenze psicologiche da parte dell’ex marito e l’amante la tradiva.

Entrambe le vittime, il marito Holger Holz e l’amante Manfred Hinterberg sono stati uccisi dalla donna, a due anni di distanza l’uno dall’altro, con le stesse modalità. Gli ha prima sparato con la sua beretta e poi, con minuziosa perizia, ha fatto a pezzi i corpi con una motosega e li ha surgelati nascondendo i pezzi nel freezer della sua gelateria. Per poi seppellirli in cantina.

Il giudice Susanne Lehr, leggendo la sentenza ha sottolineato che il piano dettagliato seguito dalla donna per commettere i delitti e poi per nascondere i corpi indica che si è trattato di omicidi premeditati. La perizia psichiatrica ha stabilito che vi è il 31% di possibilità che torni ad uccidere nei prossimi 10 anni.