“Vietato toccare la cameriera senza igienizzare le mani”. Il cartello del bar scatena la protesta

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 Giugno 2020 0:22 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2020 7:58
"Vietato toccare la cameriera senza igienizzare le mani". Il cartello del bar scatena la protesta

“Vietato toccare la cameriera senza igienizzare le mani”. Il cartello del bar scatena la protesta (Foto La Voz de Asturias)

ROMA – “Vietato toccare la cameriera senza disinfettare le mani”. E’ il cartello affisso in un bar di Gijòn, città delle Asturie, in Spagna, che ha scatenato l’ira del web perché giudicato sessista.

Forse nelle intenzioni dei proprietari doveva essere solo una boutade. Ma così non è stato per le decine di utenti che hanno travolto la pagina Instagram del locale con proteste e rimostranze anche da parte di associazioni femministe.

Il cartello, in effetti, non si limita a scherzare di contatto con la cameriera ma fa allusione proprio al seno della stessa. Quasi ad avallare eventuali molestie da parte degli avventori del bar. 

Il caso ha creato non poco scalpore a Gijòn anche perché il bar Saurom, questo il suo nome, è noto per essere un locale gay-friendly e dunque da sempre attento alle discriminazioni di genere.

“Abbiamo commesso un errore sessista”, hanno fatto sapere poi i gestori rimuovendo cartello e foto dalla pagina Instagram.

“E per questo vogliamo chiedere scusa, era una battuta fuori luogo. Siamo impegnati contro il sessismo, l’omofobia e la xenofobia, non accadrà più”, assicurano. (Fonte: La Voz de Asturias)