Batterio mangiacarne contratto dopo una operazione gli portò via mezzo pene. Risarcimento record

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 settembre 2018 11:18 | Ultimo aggiornamento: 4 settembre 2018 11:18
Virus mangiacarne contratto dopo una operazione gli portò via mezzo pene. Risarcimento record

Virus mangiacarne contratto dopo una operazione gli portò via mezzo pene. Risarcimento record

LONDRA – Nel 2013 Andrew Lane, inglese di 63 anni, si sottopose a quello che avrebbe dovuto essere un intervento di routine per la rimozione della prostata, ma da allora non si riprese più, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] perché venne colpito da un batterio mangiacarne che gli ha rovinato la vita.

Solo diverso tempo dopo i medici del Southend Hospital, in Essex, si accorsero del virus, ma ormai era troppo tardi. A causa di una fascite necrotizzante Lane è diventato incontinente, non può avere rapporti sessuali e ha perso parte del proprio pene. Ma adesso, dopo aver fatto ricorso, ha ottenuto un risarcimento a sei cifre.

Lane aveva contratto la fascite necrotizzante nel marzo del 2013, poco dopo l’operazione di rimozione della prostata. Il suo intestino era stato perforato durante l’intervento, ma lo staff medico se ne rese conto solo una settimana dopo, spiega il Guardian. Lane venne subito operato, ma si poté fare ben poco.

5 x 1000

Adesso, dopo la sentenza, Lane si dice soddisfatto solo in parte: “Hanno ammesso i loro errori, ma non ho ricevuto alcuna scusa e sapere che una semplice ecografia fatta qualche giorno prima avrebbe potuto evitare tutto questo è davvero difficile da accettare. Sono stato risarcito, ma non riavrò mai indietro la mia salute. Voglio che le altre persone siano attente riguardo a questo batterio mangiacarne. Se pensate che non state ricevendo un buon trattamento dovete dirlo”, ha spiegato l’uomo.