Wakefield, se ti accendi una sigaretta nei pressi dell’ospedale… Vieni redarguito dall’altoparlante

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 ottobre 2018 6:15 | Ultimo aggiornamento: 25 ottobre 2018 17:21
Wakefield, se ti accendi una sigaretta nei pressi dell'ospedale... Vieni redarguito dall'altoparlante (foto d'archivio Ansa)

Wakefield, se ti accendi una sigaretta nei pressi dell’ospedale… Vieni redarguito dall’altoparlante (foto d’archivio Ansa)

ROMA – A Wakefield, West Yorkshire, iniziativa curiosa ma sembra efficace, nei confronti dei fumatori che accendono una sigaretta nei pressi dell’ospedale: vengono immediatamente invitati a spegnerla attraverso messaggi preregistrati. Staff, visitatori e pazienti possono premere un pulsante blu per attivare uno dei nove messaggi preregistrati, che vengono riprodotti tramite un altoparlante esterno all’ingresso dell’ospedale dove il fumo è un problema diffuso.

In uno dei messaggi si sente la voce di un bambino che dice:”Per favore non fumare fuori dall’ospedale. Scusami, pensi di poter spegnere la sigaretta? La tata, il nonno, la mamma o il papà di una persona oggi stanno ricevendo un trattamento per curare il cancro. Grazie”. Il giro di vite da parte del Mid Yorkshire Hospitals NHS Trust, arriva dopo che nel marzo di quest’anno è stata introdotta una politica anti-fumo in tutti i siti Trust.

Secondo una ricerca del Trust, i cartelli “vietato fumare” sistemati nell’area non impediscono ai fumatori di accendere una sigaretta all’ingresso dell’ospedale, compresi i punti in cui dalle ambulanze escono le barelle con i pazienti, scrive il Daily Mail. Iain Brodie, General Manager of Facilities agli ospedali del Mid Yorkshire NHS Trust ha dichiarato:”Abbiamo introdotto il sistema dei messaggi poiché è fondamentale prendere tutti i provvedimenti possibili per scoraggiare il fumo”. “I pazienti, compresi i bambini appena nati e quelli che arrivano in ambulanza, spesso sono costretti a passare dove le persone fumano, il che è assolutamente inaccettabile. Il nostro obiettivo è di avere posti dove non circola fumo delle sigarette e trasmettere questi messaggi è un passo fondamentale”.