Wikileaks, Stoccolma nega il permesso di soggiorno al fondatore Assange

Pubblicato il 18 Ottobre 2010 18:11 | Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2010 18:20

Julian Assange

Niente permesso di soggiorno per Julian Assange, il fondatore di Wikileaks A negarlo è stato l’ente svedese che si occupa di immigrazione.

”Abbiamo deciso di non dargli un permesso di residenza – ha dichiarato Gunilla Wikstrom, incaricata di esaminare la pratica presentata dall’australiano all’Ufficio nazionale svedese dei migranti – perché non aveva i requisiti richiesti per ottenere un permesso”. Wikstrom non ha comunque precisato quali fossero questi requisiti parlando di ”informazioni confidenziali”.

Julian Assange aveva presentato in agosto una richiesta di permesso di soggiorno in Svezia, dove Wikileaks usa alcuni server e dove la legge sulla stampa e la protezione delle fonti dà maggiori garanzie.

Alcuni giorni dopo era stato accusato di aggressione sessuale: non è stato arrestato, ma l’inchiesta giudiziaria prosegue. Un responsabile islandese di Wikileaks, Kristinn Hrafnsson, non ha voluto dire dove attualmente si trova Assange.