Yeti in Siberia? “Scoperti peli di un mammifero sconosciuto”

Pubblicato il 31 Ottobre 2012 14:57 | Ultimo aggiornamento: 31 Ottobre 2012 14:58
Dei presunti “peli di yeti” sarebbero stati trovati in Siberia

MOSCA – Gli yeti in Siberia? Secondo il Daily Mail potrebbero esserci. O almeno così farebbero pensare certi peli di mammifero ritrovati nelle Grotte di Azasskaya nell’area Mourt Shoriya della regione siberiana di Kemerovo.

Il tabloid britannico riporta di un test del DNA che proverebbe che i sospetti “peli di yeti” trovati da alcuni ricercatori sono effettivamente di un mammifero sconosciuto strettamente imparentato con gli esseri umani.

Non si tratta, quindi, come si era pensato in un primo momento, di peli di un orso o un lupo. Ma di quelli di un “mammifero più prossimo agli umani delle scimmie”.

I dieci campioni di peli sono stati raccolti da una spedizione guidata un anno fa dal professor Valentin Sapunov, del Russian State Hydrometeorological Institute: “Li abbiamo analizzati e siamo arrivati alla conclusione che appartengono ad un mammifero, ma non ad un umano”.

Gli esami sui peli sono stati fatti in due istituti universitari russi e in uno americano in Idaho. Tutti e tre hanno confermato che si tratta di peli di una creatura con i parametri biologici più simili all’Homo sapiens di quelli di una scimmia. Le differenze tra il DNA esaminato e quello dell’uomo sarebbero meno dell’1%.

Secondo il professor Igor Birtsev quei peli sarebbero addirittura la prova dell’esistenza dell’abominevole uomo delle nevi. Sono secoli che si parla di “avvistamenti” dello yeti. Ma l’esistenza della fantomatica creatura non è mai stata provata scientificamente. O quanto meno empiricamente. Ma secondo Burtsev circa 30 uomini delle nevi vivrebbero nella regione di Kemerovo.