«Negli ospedali con la valigia dei soldi E Tarantini inseguiva D’Alema»

Pubblicato il 20 Marzo 2010 12:00 | Ultimo aggiornamento: 20 Marzo 2010 12:00

da: Corriere della Sera

C’è un conto svizzero intestato a Gianpaolo Tarantini dove potrebbero essere transitati soldi utilizzati per pagare tangenti. A rivelarlo è stato Alessandro Mannarini, ex dipendente dell’imprenditore pugliese, agli arresti domiciliari per cessione di cocaina. Il 23 dicembre scorso l’uomo ha deciso di collaborare con imagistrati che indagano sulle «mazzette » che sarebbero state versate per ottenere gli appalti nel settore della sanità e due giorni fa hanno fatto finire in carcere l’ex vicepresidente della Regione Sandro Frisullo del Pd. Ha consegnato un’agenda, due floppy disk e quattro fogli «sui quali sono riportati appunti che riguardano prevalentemente l’organizzazione delle vacanze in Sardegna» dell’estate 2008, durante la quale Tarantini conobbe Silvio Berlusconi. Poi ha ricostruito i rapporti dello stesso Tarantini con politici, imprenditori e funzionari di enti pubblici, rispondendo alle domande per oltre cinque ore. Un atteggiamento di…

Leggi l’articolo originale