150 Km orari, i tecnici del ministero: “Autostrade italiane inadatte”

Pubblicato il 15 Dicembre 2009 9:38 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2009 9:39

Quasi tutta la rete autostradale italiana è stata realizzata considerando come velocità massima di si­curezza i 140 chilometri ora­ri. Il dato è stato fornito dai tecnici del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che hanno effettuato perizie e controlli a tappeto, destinati a far bocciare la proposta avanzata dalla Lega Nord per alzare i limiti a 150 nei tratti a tre corsie con il controllo del tutor.

Il criterio di sicurezza dei 140 è previsto nei progetti di co­struzione dell’intera rete, con pochissime eccezioni. Una velocità più bassa rispet­to a quella indicata dalla Le­ga, figlia anche dei tempi lontani in cui è stata costru­ita la maggior parte delle no­stre infrastrutture. Ma anche in linea con le regole degli al­tri Paesi europei, ad eccezio­ne della Germania.
L’opposizione ha già an­nunciato il suo no parlando di misura che farebbe au­mentare i morti, ma anche nella maggioranza ci sono pa­recchi dubbi. Già nei giorni scorsi il relatore Angelo Cico­lani (Pdl) aveva detto di vo­ler lavorare per un provvedi­mento condiviso e senza troppe modifiche, in modo da arrivare al traguardo in tempi rapidi, se possibile en­tro gennaio. Con l’obiettivo di salvare il cuore del testo, a partire dalla misura che ab­bassa a zero il livello di alcol nel sangue consentito ai neo­patentati per i primi tre anni.