Pompiano (Brescia), assaltano due stalle e uccidono le mucche

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 marzo 2019 7:48 | Ultimo aggiornamento: 2 marzo 2019 2:16
pompiano brescia mucche uccise

Pompiano (Brescia), assaltano due stalle e uccidono le mucche (foto Ansa)

BRESCIA – Assaltano la stalla e fanno strage di animali: sei mucche da latte sono state uccise con un colpo di pistola da macellaio alla fronte, una ‘mattanza’ scoperta nella notte di martedì 26 febbraio a Zurlengo, una frazione di Pompiano, in provincia di Brescia.

Indagano i Carabinieri della stazione di Orzinuovi. La pista seguita è quella della vendetta per un furto sfumato, anche se non escludono nessuna pista compreso un atto intimidatorio. Teatro dell’episodio due stalle confinanti. Le frisone da latte trovate senza vita appartengono all’azienda agricola di Michele Silini e a quella dei fratelli Agnesi con le rispettive stalle aperte una di fronte all’altra, sui lati opposti della strada. 

Gli uomini della scientifica, nel pomeriggio di venerdì 1 marzo, hanno intanto appurato che tutti i capi uccisi erano gravide. Come dire che chi ha colpito nei due allevamenti confinati che si trovano a Zurlengo sapeva bene come muoversi tra gli attrezzi delle stalle.

Le mucche, due appartenenti alla cascina degli Agnesi e le altre quattro all’azienda Silini, sono state trovate con la testa incastrata nella rastrelliera, quindi uccise con un colpo singolo alla nuca sparato da una pistola da macellaio. Oltre ad aver ucciso le mucche sono stati versati a terra diversi quintali di latte.

Fonte: Agi