“Protagonisti per l’Italia”, il 4 maggio a Roma la giornata per il futuro dell’Italia

di Marilena D'Elia
Pubblicato il 2 maggio 2019 7:30 | Ultimo aggiornamento: 2 maggio 2019 11:55
Protagonisti per l’Italia,  il 4 maggio a Roma la giornata per il futuro dell’Italia

Protagonisti per l’Italia,  il 4 maggio a Roma la giornata per il futuro dell’Italia

di Marilena D’Elia

Roma- Si discuterà del futuro dell’Italia e dell’identità della nostra Nazione nella giornata “Protagonisti per l’Italia” all’assemblea annuale della Fondazione Italia Protagonista di sabato 4 maggio a Roma,  presso il Salone delle Fontane dell’Eur. Molte le personalità di spicco che saranno presenti per dare il loro contributo.

Protagonisti per l’Italia” sarà  una giornata per discutere di tante cose. Siamo pronti a nuove battaglie per l’identità della nostra Nazione, per il futuro dell’Italia”, dice il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri,  presidente della Fondazione Italia Protagonista, dalla sua pagina Facebook.

In una Italia dal panorama politico che offre scenari burrascosi, complici le  tensioni all’interno del Governo anche per il clima da campagna elettorale per le ormai imminenti elezioni europee, con un’economia ancora in crisi nonostante deboli segni di ripresa e la cronaca delle ultime ore che porta alla ribalta fatti sconcertanti  c’è bisogno di proposte costruttive e fattibili.

Il parterre di personalità che interverranno all’assemblea annuale della fondazione fa ben presagire una giornata foriera di spunti e riflessioni che offriranno terreno fertile a iniziative efficaci e fattibili.

Ad aprire i lavori  sarà un intervento dello storico Giordano Bruno Guerri a cui seguirà l’intervento del senatore Maurizio Gasparri e nel corso della giornata si potrà ascoltare, per fare qualche esempio, l’intervento del presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti, del presidente della Confedilizia Giorgio Spaziani Testa, del presidente della Siae Giulio Mogol e del regista Pupi Avati,  di esponenti del mondo delle forze di polizia, del turismo, del mondo balneare, del cinema, della tv e di rappresentanti dei territori. 

Interverrà anche Antonio Tajani, presidente del Parlamento Europeo e candidato di punta di Forza Italia alle imminenti elezioni europee.

Il programma della giornata:

SIAMO”

Contributi di Giulio Mogol e Pupi Avati: cultura popolare, identità nazionale e diritto d’autore;

Donatella Bianchi, Presidente WWF Italia;

Antonio Ballarin, presidente Federesuli, Alessandro Centenaro produttore cinematografico, Maximiliano Bruno regista, Selene Gandini attrice, protagonisti e realizzatori del film Red Land (ndr: il film che racconta la  storia vera dei tanti italiani che vivevano al confine orientale e che negli anni tra la fine della seconda guerra mondiale e nel dopoguerra furono gettati, a volte morti, a volte vivi, nelle foibe )

Porterà il saluto al convegno Padre Enzo Fortunato, portavoce del Sacro Convento di Assisi; 

Rappresentanti della Fondazione Italia Protagonista, Renato Manzini, Marco Scotto Lavina e Mauro Proietti. 

“FACCIAMO”

Giorgio Spaziani Testa presidente della Confedilizia

Massimiliano Giansanti presidente di Confagricoltura 

Andrea Montelpare, imprenditore del settore calzaturiero

Mauro Miccio e Paolo Buzzetti, infrastrutture.

 

Alle 13.30 è prevista una pausa con pranzo offerto all’interno del Salone delle Fontane. 

“DIFENDIAMO”

Interventi dei candidati alle elezioni europee e dei rappresentanti territoriali della Fondazione Italia Protagonista;

Saluto dell’Associazione Amici di Altero Matteoli;

Rappresentanti delle forze di polizia e dei Cocer delle forze armate;

Organizzazioni del turismo e delle imprese balneari. 

Rappresentanti delle comunità per la lotta alla droga (San Patrignano, Comunità Incontro, Acudipa, Mondo Nuovo, Gruppo Valdinievole);

Rappresentanti del mondo della comunicazione (Arturo Diaconale presenta L’Opinione, Alessandro Giuli di Lettera 22);

Saluto dell’associazione Astri

Presentazione delle iniziative per il Sud di Italia Protagonista. 

Alle 17 ci sarà l’intervento del presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani.

P.S. il programma potrà subire integrazioni

Tra i precedenti eventi organizzati dalla Fondazione Italia Protagonista ricordiamo “La Tv Fata e Strega” del 10 aprile in cui si è parlato di Tv con Carlo Freccero, direttore di Rai 2, presentando il suo libro “Fata e Strega”  e a cui è intervenuto Paolo Corsini, presidente di Lettera 22 c, mentre a coordinare il dibattito eè stato Gennaro Sangiuliano, direttore del Tg2;

Il 21 marzo l’evento – organizzato in collaborazione con la Fondazione Lorenzo Necci-“Proposte PER l’Italia” in cui si è parlato di infrastrutture. Con i rappresentanti delle maggiori associazioni di categoria e di importanti aziende di settore si è cercato di tracciare delle linee guida per dare nuovo slancio all’economia italiana;

Il 17 gennaio l’incontro “La guerra di Tolkien, cosa accade in Italia al creatore degli hobbit?” organizzato- su iniziativa dl Senatore Maurizio Gasparri-  in collaborazione con l’associazione Lettera 22 a cui hanno dato il loro contributo Donna Vittoria Alliata di Villafranca – prima traduttrice del Signore degli Anelli- e altri illustri conoscitori dell’autore britannico come Oronzo Cilli;

Tra gli ultimi incontri del 2018 ricordiamo il convegno del 28 novembre sulla tutela del diritto d’autore dal titolo La proprietà è un furto? – Come si abolisce il diritto d’autore e si saccheggiano i contenuti al tempo della rete”.
Un convegno sul Copyright– argomento molto caldo negli ultimi mesi dell’anno passato– in vista dell’approvazione della legge europea sul diritto d’autore– e ancora di grande attualità– e sull’utilizzo dei contenuti da parte della rete e dei grandi colossi multimediali che, non solo in Italia ma anche in Europa, ha interessato e sta interessando i legislatori.
All’incontro hanno partecipato i maggiori esponenti di associazioni e aziende del settore: tra i relatori i presidenti di Rai, Mediaset, Siae, Fieg, Anica e Confindustria digitale, oltre a rappresentanti del mondo del giornalismo, della cultura e dello spettacolo.