A Milano debutta lo scooter sharing targato Enjoy: costa 35 cent al minuto

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 luglio 2015 22:46 | Ultimo aggiornamento: 15 luglio 2015 22:46
A Milano debutta lo scooter sharing targato Enjoy: costa 35 cent al minuto

A Milano debutta lo scooter sharing targato Enjoy: costa 35 cent al minuto

MILANO – A Milano debutta lo scooter sharing targato Enjoy, il marchio Eni che già popola le strade di Roma, Milano, Firenze e Torino con le sue Fiat 500 rosse fiammanti. Il nuovo progetto è stato realizzato in partnership con Piaggio, Trenitalia e Vodafone e prevede la messa in strada fin da oggi, 15 luglio, di una trentina di tre ruote Piaggio MP3 (versione 300LT Business ABS) che diventeranno 150 entro la fine del mese e costituiranno la flotta inizialmente a disposizione.

Possono guidarli tutti coloro che sono dotati di patente italiana di categoria A e B (a partire dai 21 anni per le patenti A e B, patente A2 e 21 anni di età se presa prima del 19 gennaio 2013) e con patenti estere riconosciute dal servizio Enjoy. 

Per adattarsi alla mobilità sostenibile la velocità massima è stata limitata a 90km/h, nel bauletto ci sono due caschi, con cuffie monouso e spessori interni da aggiungere o togliere per adattarsi alla testa del motociclista. Lo scooter resta in piedi anche senza cavalletto ed è dotato di telecamere che facilitano i controlli di sicurezza in caso di incidenti. ”E’ dotato di abs, controllo di trazione, ed è un dato oggettivo che i sinistri sugli scooter a tre ruote rispetto ai classici a due hanno un’incidenza molto minore” ha sottolineato il presidente e ad di Piaggio Roberto Colaninno ricordando che dalla fine del 2006 a oggi hanno superato le 170mila unità.

L’app, come per le auto, consente di prenotare via smartphone lo scooter che trovi parcheggiato liberamente per la città, sempre con la app si sblocca la sella sotto la quale c’è il computer di bordo, si inserisce il pin personalizzato e si può iniziare il noleggio, terminando il noleggio parcheggiando lo scooter sempre per strada. La comodità di muoversi più agilmente sulle due ruote (anzi tre) però si paga, 0,35 euro al minuto contro gli 0,25 euro per noleggiare una 500.

“E’ un servizio che dieci, vent’anni anni fa era davvero impensabile, e oggi dimostra il livello di innovazione che ci contraddistingue” ha commentato Colaninno. ”L’uso dei mezzi pubblici sempre di più sta diventando un’abitudine dei milanesi. Era uno dei nostri obiettivi e ce l’abbiamo fatta. Speriamo si diffonda sempre di più”, ha aggiunto orgoglioso il sindaco di Milano Giuliano Pisapia.