A Milano una giovane donna prende a calci un rapinatore. Lui disorientato fugge, ma viene arrestato poco dopo dai carabinieri

Pubblicato il 11 Luglio 2009 12:33 | Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2009 12:33

A Milano, una giovane donna, mentre tornava dall’università, è stata aggredita ieri, venerdì 10 luglio,  e spintonata da una persona armata di coltello, con il volto in parte coperto da un fazzoletto. Il malvivente l’ha spinta verso la porta e le ha chiesto di consegnargli il denaro. Ma lei non si è lasciata intimidire e ha reagito colpendolo con calci e pugni.

L’uomo, disorientato, è fuggito. I carabinieri sono arrivati poco dopo sul posto e hanno raccolto l’identikit dell’aggressore.

La descrizione li ha indirizzati verso un pregiudicato a loro già noto e hanno deciso di perquisire la sua abitazione dove è stato ritrovato il coltello a serramanico utilizzato per minacciare la vittima, gli indumenti indossati durante la rapina e un fucile da caccia calibro 20 detenuto illegalmente. Il ragazzo, un giovane di 22 anni, è stato trasferito nel carcere di San Vittore.