A10, pullman di studenti in gita prende fuoco: due intossicati, galleria chiusa VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 aprile 2018 19:00 | Ultimo aggiornamento: 21 aprile 2018 19:00
a10 pullman fuoco

A10, pullman di studenti in gita prende fuoco: due intossicati, galleria chiusa

ROMA – Paura per un gruppo di circa 30 studenti in gita scolastica. Il pullman sul quale viaggiavano ha preso fuoco in una galleria dell’A10, tra Savona e Spotorno, in direzione Ventimiglia.

I ragazzi e i cinque docenti che li accompagnavano stanno tutti bene. Sono studenti dell’istituto di istruzione superiore Bettino Padovano di Arcevia e Senigallia. Nessuno di loro – hanno tra i 16 e i 18 anni – né gli insegnanti sono rimasti feriti. Stavano andando a Nizza per l’ultima giornata della gita scolastica.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Lievemente intossicati invece i due autisti, che hanno provveduto a far scendere i ragazzi dall’autobus in fiamme proprio mentre transitava all’interno della galleria “Fornaci”.

“Gli autisti si sono accorti del fumo, hanno immediatamente fermato il pullman e aperto le porte – spiega il sindaco di Arcevia Andrea Bomprezzi, in contatto con il direttore del plesso di Arcevia Giancarlo Verdini -, questo ha permesso di evacuare subito il mezzo ed evitare che i ragazzi rimanessero intrappolati. Una volta scesi, hanno dovuto correre per circa 300 metri fino all’esterno della galleria: i docenti mi hanno riferito che studenti e gli autisti sono stati bravi a gestire l’emergenza e a non correre ulteriori pericoli”.

Gli studenti sono poi stati soccorsi dai vigili del fuoco, dalle ambulanze e dalla polizia stradale: in accordo con il Comune di Spotorno sono stati portati nella palestra della scuola media Sbravati, dove hanno mangiato e atteso che arrivasse un mezzo sostitutivo per il rientro a casa.

“Nell’incendio hanno perso tutti gli effetti personali – continua Bomprezzi – e quindi ora sono in viaggio per rientrare, con un giorno di anticipo. Per fortuna stanno bene ed è questo quello che conta”.